venerdì 31 dicembre 2010

New Year's Eve...ROLLAMISU' Last Minute!

Pubblicato da Arianna Tutta Panna a venerdì, dicembre 31, 2010 0 commenti Link a questo post
Che dolce avete in mente per stasera? Io ho preparato una cosina buona buona e...ipercalorica (vabbè, manco a dirlo!), che vi mostrerò nei prossimi giorni altrimenti rovino la sorpresa ai commensali di stasera, tutti buone forchette! Per augurarvi una buona fine dell'anno e un ottimo inizio del 2011 però, vi propongo il rollamisù preparato qualche mese fa in occasione di una castagnata e spazzolato in 10 minuti!

ROLLAMISU'

Per il Pan di Spagna
4uova
120g di amido (oppure 60g di farina+ 60g di fecola)
120g di zucchero
un cucchiaino di lievito per dolci

Per la crema al mascarpone
250g di mascarpone
3 uova piccole (o 2 uova medie e un tuorlo)
3 cucchiai di zucchero
60g di cioccolato fondente ridotto in scagliette

Inoltre:
Una caffettiera grande di caffè zuccherato secondo il vostro gusto
2/3 cucchiai di marsala
Cacao amaro in polvere

Come si fa il pan di Spagna?
Sbattete  le uova e lo zucchero con il mixer impostato alla massima potenza per almeno 30 minuti e quando il composto sarà bello spumoso aggiungere la farina setacciata e il lievito, mescolare ed infornare a 200° in forno già caldo fino a doratura. Appena sfornato, arrotolatelo in un canovaccio inumidito con acqua, altrimenti sarà impossibile formare il rotolo una volta che il Pan di Spagna si sarà raffeddato.

Come si fa la crema?
Montate i tuorli con lo zucchero, quando saranno spumosi aggiungete il mascarpone e mescolate bene. A parte, montate a neve fermissima gli albumi e, con delicatezza, incorporateli al composto preparato precedentemente e aggiungete il cioccolato.

Come si assembla il dolce?
Spenellate il Pan di Spagna con lo sciroppo composto dal caffè e dal marsala, poi spalmatelo generosamente di crema al mascarpone ed infine arrotolate il tutto, facendo molta attenzione a non rompere il guscio di Pan di Spagna. Spolverate con il cacao amaro.

giovedì 30 dicembre 2010

I'm not fat. I'm just full of love!

Pubblicato da Arianna Tutta Panna a giovedì, dicembre 30, 2010 0 commenti Link a questo post
24-25-26 dicembre: giorni difficili in casa M. La TRE-GIORNI-ALIMENTARE mette sempre tutti alla prova; infatti adesso siamo in periodo deep-detox, almeno fino alla sera del 31! Il problema dei periodi di dieta/disintossicazione, per me, è che non riesco a smettere di pensare al cibo...per l'appunto, vi propongo la ricetta dei "Biscotti di Vetro" che sono finiti dritti dritti sotto il l'albero di Natale di alcune amiche. Biscottini in pasta frolla dotati di un cuore...trasparente e coloratissimo!

BISCOTTI DI VETRO

Come si fanno?
300g di farina 00
130g di burro morbido
80g di zucchero
1 uovo
1 tuorlo
Scorza di un limone grattuggiata
1 cucchiaino di lievito vanigliato
Caramelle alla frutta colorate ridotte in granelli

Disponete la farina a fontana su un ripiano, al centro mettete lo zucchero ed il burro, l'uovo, il tuorlo e la scorza di limone grattuggiata finemente. Impastate tutto senza lavorare troppo l'impasto e formate una palla che farete riposare per mezz'ora, in frigo, avvolta nella pellicola. Trascorso il tempo di riposo, stendetela aiutandovi con un mattarello e due fogli di carta da forno e ricavatene tante formine al centro delle quali posizionerete una bella manciata di caramelle polverizzate. Cuocete in forno pa 180° per 15 minuti circa.
Ah, dimenticavo di dire questi biscotti sono presentati da un modello d'eccezzzione: IL FRATELLO!

giovedì 16 dicembre 2010

Ricette nordiche in case terrone!

Pubblicato da Arianna Tutta Panna a giovedì, dicembre 16, 2010 0 commenti Link a questo post
Qui a NUARA siamo a -10 e non è ancora inverno, situazione preoccupante! Più che coprirsi non si può, giustamente, ma perchè coprirsi solo di vestiti quando un bello strato di ciccetta simil-letargo potrebbe essere la soluzione ideale? Forse, in questo periodo pre-natalizio, sarebbe meglio intraprendere un paio di settimane di Ramadan prima dell'orgia alimentare ma...chi ce la fa??? Stasera i miei sono tornati a casa mezzi congelati, rigidi come baccalà, quindi la mia signora madre ha avuto un'idea geniale:
Madre: Ary, faccio la polenta!
Io: Mamy, però fa freddo, devi farla bella ricca, solo polenta che gusto c'è?
Quindi, mette la testa dentro il frigo e questo è ciò che la sua mente di cuoca provetta ha partorito! Ve l'ho detto che è la maga del riciclo/improvvisazione???

POLENTA RICCA DI CECY [Dose per 3 persone (Astenersi deboli di cuore!)]

300 g di polenta taragna
1100 g di acqua circa
1 pugnetto di funghi porcini secchi sminuzzati
50 g di scamorza affumicata a dadini
50 g di scamorza a dadini
50 g di galbanino a dadini
50 g di parmigiano grattuggiato
50 g di culatello tagliato sottile
1 cucchiaio d'olio
Sale q.b.

Noi l'abbiamo fatta nel bimby per evitare di dover girare in continuazione ma la preparazione è davvero semplicissima. Fate bollire l'acqua e versatevi la polenta a pioggia e i funghi sminuzzati, a metà cottura aggiungete il culatello e continuate a cuocere. Alla fine aggiungete i formaggi, continuando a mescolare in modo che non si ammassino, e l'olio. Aggiustate di sale, se necessario, e mangiate alla temperatura della lava dell'etna.
N.B. Utilizzando formaggi quali fontina, bitto e toma (o gorgonzola, se vi piace, a me no!) la polenta risulterà ancora più buona; stasera nel nostro frigo c'era questo e ci siamo dovuti "accontentare".
La foto? Non c'è! Accontentavi del repertorio di Internet per stavolta perchè la polenta è finita prima che ce ne accorgessimo e poi mica sapevamo che sarebbe stata così buona da finire dritta dritta sul blog!

La foto viene da qui:

lunedì 13 dicembre 2010

GATTO', CATTO' O GATEAU??? VOI COME LO STORPIATE?

Pubblicato da Arianna Tutta Panna a lunedì, dicembre 13, 2010 0 commenti Link a questo post
La settimana scorsa, mentre eravamo a tavola intenti a strafogarci, è sorto un enorme dubbio tra me e i miei "invitati" ossia...MA LA TORTA DI PATATE, COME SI CHIAMA? Immediatamente, io e le mie amiche, tutte laureate in lingue ed inorridite, diciamo in coro: GATEAU, ovvio! Premettiamo che, comunque lo si chiami, il gateau di patate è sempre un piatto apprezzato da tutti, ma le varie storpiature regionali del suo nome davvero non gli rendono giustizia! Anche mia mamma, nonostante sia una donna di grande cultura, dice GATTO', con grande orrore delle mie povere orecchie di linguista! Lei, siciliana DOC, lo chiama così. Invece, il ragazzo della mia amica, lo chiama CATTO', e pure io, prima di iniziare a studiare francese, devo confessare che conoscevo questa delizia solo con il suo nome sicilianizzato (ahimè!). Ma insomma, chiamatelo come vi pare tanto, appena lo addenterete, dimenticherete il suo nome, e pure il vostro, tanto è buono con quel suo cuore di formaggio e mozzarella e le patate che si sciolgono in bocca e la crosticina croccantina!

GATEAU DI PATATE

700 g di patate
30 g di burro morbido
250 g di mozzarella
100 g di prosciutto cotto
3 uova
5 cucchiai di parmigiano grattuggiato
sale
pepe
prezzemolo
pangrattato

Lavate le patate e lessatele, poi schiacciatele con lo schiacciapatate. A parte, tagliate la mozzarella ed il prosciutto a dadini, tritate il prezzemolo e sbattete le uova. In una ciotola, mettete le patate schiacciate e aggiungete il parmigiano, le uova sbattute, il prezzemolo e il burro. Salate e pepate a piacere. Imburrate una pirofila e spolverizzatela uniformemente con il pangrattato, versatevi metà del composto e poi fate uno strato con la mozzarella ed il prosciutto. Ricoprite con un secondo strato di patate e spolverizzate il tutto con dell'altro pangrattato. Aggiungete dei fiocchetti di burro in superficie ed infornate a 200° per 25-30 minuti.

domenica 12 dicembre 2010

Anche le wonders mangiano!

Pubblicato da Arianna Tutta Panna a domenica, dicembre 12, 2010 0 commenti Link a questo post
Un solo consiglio: mangiatela caldissima...ma mangiatela! Noi non abbiamo potuto gustarla appena sfornata ma era ottima comunque (non avevo dubbi!). Questa focaccia super saporita è solo una delle delizie preparate per la cena pre-natalizia/pre-compleannesca/reunion di venerdì scorso con le mie insostituibili compagne di unimi! Tutti hanno ampiamente apprezzato le cibarie quindi...è stato un successo! Con la speranza di ricevere al più presto le foto scattate da Eve, vi scrivo la ricetta così provate a cimentarvi anche voi con questa bontà! E poi...è periodo di cene, no?

FOCACCIA DI PATATE, PANCETTA E ROSMARINO

Come si fa?
100 g di pancetta
2 rametti di rosmarino
220 g di acqua a temperatura ambiente
25 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero
450 g di farina 00
150 g di patate pollite e ridotte in purea
1 cucchiaino di sale fino
30 g di olio d'oliva
1 cucchiaino di sale grosso

Tritate molto finemente la pancetta ed il rosmarino e metteteli da parte. Fate sciogliere il lievito nell'acqua ed aggiungete lo zucchero, poi aggiungete la farina, le patate, il trito di pancetta e rosmarino, il sale e...tiratevi su le maniche ed impastate! Ponete l'impasto in una ciotola leggermente oliata, coprite con pellicola trasparente e aspettate almeno due ore. Riprendete l'impasto e stendetelo su una teglia foderata con carta forno spennellata di olio. Spennellate la superficie della focaccia con l'olio rimasto a cui avrete aggiunto un pò d'acqua, cospargete con il sale grosso e ancora un pò di rosmarino tritato. Con le dita, formate tante fossette su tutta la superficie, fate riposare mezz'ora ed infine infornate a 180° per 30 minuti.

venerdì 31 dicembre 2010

New Year's Eve...ROLLAMISU' Last Minute!

Che dolce avete in mente per stasera? Io ho preparato una cosina buona buona e...ipercalorica (vabbè, manco a dirlo!), che vi mostrerò nei prossimi giorni altrimenti rovino la sorpresa ai commensali di stasera, tutti buone forchette! Per augurarvi una buona fine dell'anno e un ottimo inizio del 2011 però, vi propongo il rollamisù preparato qualche mese fa in occasione di una castagnata e spazzolato in 10 minuti!

ROLLAMISU'

Per il Pan di Spagna
4uova
120g di amido (oppure 60g di farina+ 60g di fecola)
120g di zucchero
un cucchiaino di lievito per dolci

Per la crema al mascarpone
250g di mascarpone
3 uova piccole (o 2 uova medie e un tuorlo)
3 cucchiai di zucchero
60g di cioccolato fondente ridotto in scagliette

Inoltre:
Una caffettiera grande di caffè zuccherato secondo il vostro gusto
2/3 cucchiai di marsala
Cacao amaro in polvere

Come si fa il pan di Spagna?
Sbattete  le uova e lo zucchero con il mixer impostato alla massima potenza per almeno 30 minuti e quando il composto sarà bello spumoso aggiungere la farina setacciata e il lievito, mescolare ed infornare a 200° in forno già caldo fino a doratura. Appena sfornato, arrotolatelo in un canovaccio inumidito con acqua, altrimenti sarà impossibile formare il rotolo una volta che il Pan di Spagna si sarà raffeddato.

Come si fa la crema?
Montate i tuorli con lo zucchero, quando saranno spumosi aggiungete il mascarpone e mescolate bene. A parte, montate a neve fermissima gli albumi e, con delicatezza, incorporateli al composto preparato precedentemente e aggiungete il cioccolato.

Come si assembla il dolce?
Spenellate il Pan di Spagna con lo sciroppo composto dal caffè e dal marsala, poi spalmatelo generosamente di crema al mascarpone ed infine arrotolate il tutto, facendo molta attenzione a non rompere il guscio di Pan di Spagna. Spolverate con il cacao amaro.

giovedì 30 dicembre 2010

I'm not fat. I'm just full of love!

24-25-26 dicembre: giorni difficili in casa M. La TRE-GIORNI-ALIMENTARE mette sempre tutti alla prova; infatti adesso siamo in periodo deep-detox, almeno fino alla sera del 31! Il problema dei periodi di dieta/disintossicazione, per me, è che non riesco a smettere di pensare al cibo...per l'appunto, vi propongo la ricetta dei "Biscotti di Vetro" che sono finiti dritti dritti sotto il l'albero di Natale di alcune amiche. Biscottini in pasta frolla dotati di un cuore...trasparente e coloratissimo!

BISCOTTI DI VETRO

Come si fanno?
300g di farina 00
130g di burro morbido
80g di zucchero
1 uovo
1 tuorlo
Scorza di un limone grattuggiata
1 cucchiaino di lievito vanigliato
Caramelle alla frutta colorate ridotte in granelli

Disponete la farina a fontana su un ripiano, al centro mettete lo zucchero ed il burro, l'uovo, il tuorlo e la scorza di limone grattuggiata finemente. Impastate tutto senza lavorare troppo l'impasto e formate una palla che farete riposare per mezz'ora, in frigo, avvolta nella pellicola. Trascorso il tempo di riposo, stendetela aiutandovi con un mattarello e due fogli di carta da forno e ricavatene tante formine al centro delle quali posizionerete una bella manciata di caramelle polverizzate. Cuocete in forno pa 180° per 15 minuti circa.
Ah, dimenticavo di dire questi biscotti sono presentati da un modello d'eccezzzione: IL FRATELLO!

giovedì 16 dicembre 2010

Ricette nordiche in case terrone!

Qui a NUARA siamo a -10 e non è ancora inverno, situazione preoccupante! Più che coprirsi non si può, giustamente, ma perchè coprirsi solo di vestiti quando un bello strato di ciccetta simil-letargo potrebbe essere la soluzione ideale? Forse, in questo periodo pre-natalizio, sarebbe meglio intraprendere un paio di settimane di Ramadan prima dell'orgia alimentare ma...chi ce la fa??? Stasera i miei sono tornati a casa mezzi congelati, rigidi come baccalà, quindi la mia signora madre ha avuto un'idea geniale:
Madre: Ary, faccio la polenta!
Io: Mamy, però fa freddo, devi farla bella ricca, solo polenta che gusto c'è?
Quindi, mette la testa dentro il frigo e questo è ciò che la sua mente di cuoca provetta ha partorito! Ve l'ho detto che è la maga del riciclo/improvvisazione???

POLENTA RICCA DI CECY [Dose per 3 persone (Astenersi deboli di cuore!)]

300 g di polenta taragna
1100 g di acqua circa
1 pugnetto di funghi porcini secchi sminuzzati
50 g di scamorza affumicata a dadini
50 g di scamorza a dadini
50 g di galbanino a dadini
50 g di parmigiano grattuggiato
50 g di culatello tagliato sottile
1 cucchiaio d'olio
Sale q.b.

Noi l'abbiamo fatta nel bimby per evitare di dover girare in continuazione ma la preparazione è davvero semplicissima. Fate bollire l'acqua e versatevi la polenta a pioggia e i funghi sminuzzati, a metà cottura aggiungete il culatello e continuate a cuocere. Alla fine aggiungete i formaggi, continuando a mescolare in modo che non si ammassino, e l'olio. Aggiustate di sale, se necessario, e mangiate alla temperatura della lava dell'etna.
N.B. Utilizzando formaggi quali fontina, bitto e toma (o gorgonzola, se vi piace, a me no!) la polenta risulterà ancora più buona; stasera nel nostro frigo c'era questo e ci siamo dovuti "accontentare".
La foto? Non c'è! Accontentavi del repertorio di Internet per stavolta perchè la polenta è finita prima che ce ne accorgessimo e poi mica sapevamo che sarebbe stata così buona da finire dritta dritta sul blog!

La foto viene da qui:

lunedì 13 dicembre 2010

GATTO', CATTO' O GATEAU??? VOI COME LO STORPIATE?

La settimana scorsa, mentre eravamo a tavola intenti a strafogarci, è sorto un enorme dubbio tra me e i miei "invitati" ossia...MA LA TORTA DI PATATE, COME SI CHIAMA? Immediatamente, io e le mie amiche, tutte laureate in lingue ed inorridite, diciamo in coro: GATEAU, ovvio! Premettiamo che, comunque lo si chiami, il gateau di patate è sempre un piatto apprezzato da tutti, ma le varie storpiature regionali del suo nome davvero non gli rendono giustizia! Anche mia mamma, nonostante sia una donna di grande cultura, dice GATTO', con grande orrore delle mie povere orecchie di linguista! Lei, siciliana DOC, lo chiama così. Invece, il ragazzo della mia amica, lo chiama CATTO', e pure io, prima di iniziare a studiare francese, devo confessare che conoscevo questa delizia solo con il suo nome sicilianizzato (ahimè!). Ma insomma, chiamatelo come vi pare tanto, appena lo addenterete, dimenticherete il suo nome, e pure il vostro, tanto è buono con quel suo cuore di formaggio e mozzarella e le patate che si sciolgono in bocca e la crosticina croccantina!

GATEAU DI PATATE

700 g di patate
30 g di burro morbido
250 g di mozzarella
100 g di prosciutto cotto
3 uova
5 cucchiai di parmigiano grattuggiato
sale
pepe
prezzemolo
pangrattato

Lavate le patate e lessatele, poi schiacciatele con lo schiacciapatate. A parte, tagliate la mozzarella ed il prosciutto a dadini, tritate il prezzemolo e sbattete le uova. In una ciotola, mettete le patate schiacciate e aggiungete il parmigiano, le uova sbattute, il prezzemolo e il burro. Salate e pepate a piacere. Imburrate una pirofila e spolverizzatela uniformemente con il pangrattato, versatevi metà del composto e poi fate uno strato con la mozzarella ed il prosciutto. Ricoprite con un secondo strato di patate e spolverizzate il tutto con dell'altro pangrattato. Aggiungete dei fiocchetti di burro in superficie ed infornate a 200° per 25-30 minuti.

domenica 12 dicembre 2010

Anche le wonders mangiano!

Un solo consiglio: mangiatela caldissima...ma mangiatela! Noi non abbiamo potuto gustarla appena sfornata ma era ottima comunque (non avevo dubbi!). Questa focaccia super saporita è solo una delle delizie preparate per la cena pre-natalizia/pre-compleannesca/reunion di venerdì scorso con le mie insostituibili compagne di unimi! Tutti hanno ampiamente apprezzato le cibarie quindi...è stato un successo! Con la speranza di ricevere al più presto le foto scattate da Eve, vi scrivo la ricetta così provate a cimentarvi anche voi con questa bontà! E poi...è periodo di cene, no?

FOCACCIA DI PATATE, PANCETTA E ROSMARINO

Come si fa?
100 g di pancetta
2 rametti di rosmarino
220 g di acqua a temperatura ambiente
25 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero
450 g di farina 00
150 g di patate pollite e ridotte in purea
1 cucchiaino di sale fino
30 g di olio d'oliva
1 cucchiaino di sale grosso

Tritate molto finemente la pancetta ed il rosmarino e metteteli da parte. Fate sciogliere il lievito nell'acqua ed aggiungete lo zucchero, poi aggiungete la farina, le patate, il trito di pancetta e rosmarino, il sale e...tiratevi su le maniche ed impastate! Ponete l'impasto in una ciotola leggermente oliata, coprite con pellicola trasparente e aspettate almeno due ore. Riprendete l'impasto e stendetelo su una teglia foderata con carta forno spennellata di olio. Spennellate la superficie della focaccia con l'olio rimasto a cui avrete aggiunto un pò d'acqua, cospargete con il sale grosso e ancora un pò di rosmarino tritato. Con le dita, formate tante fossette su tutta la superficie, fate riposare mezz'ora ed infine infornate a 180° per 30 minuti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

Fior di Panna Copyright 2009 Sweet Cupcake Designed by Ipiet Templates Image by Tadpole's Notez